1492352_10202508737190510_336631181_o

Toccata e fuga in quel di Ostia per il 5° Memorial Brunelleschi: ottimi spunti per testare la preparazione.

1492708_10202508732950404_304832367_oNel weekend appena trascorso si è disputato il 5° Memorial Brunelleschi, presso il Polo Natatorio di Ostia. Dopo aver deciso di fare una toccata e fuga nella sola giornata di Sabato, i Fritziani si sono messi in viaggio di buon’ora per raggiungere la cittadina laziale con il solito spirito goliardico che contraddistingue il mondo Fritz. La nostra compagine, costituita da 10 atleti, si è confrontata con gli agguerriti rivali in un trofeo che presenta da sempre un livello di prestazioni davvero elevato. Il “Brunelleschi” è storicamente un trofeo che vede una larga partecipazione del competitivo mondo master laziale, nonchè di tutto il centro Italia: oltre 1000 atleti hanno infatti affollato le camere di chiamata. Un duro lavoro per gli organizzatori del meeting, da apprezzare per accoglienza e competenza, che tuttavia hanno trovato sulla propria strada un ostacolo davvero imprevisto. A causa di un incredibile furto subito poco prima dell’evento, i cronometristi romani sono stati costretti ad arrangiarsi con mezzi di fortuna e, nonostante il loro impegno, lo svolgimento delle gare del sabato è stato comunque condizionato dalla mancanza di un sistema di partenza degno di questo nome, nonché dell’agognato tabellone segnatempo.
Ma veniamo alle performances dei nostri benamati!Ultimato il riscaldamento, si tuffa subito in acqua per i 50 farfalla Ernesto Minicone che realizza il tempo di 38”30 che gli permette di ottenere un prestigioso bronzo. Subito dopo è il turno del nostro Iron Doctor, Maurizio Mastrorilli, che non avendo metabolizzato al meglio le ore di viaggio passate alla guida, chiude la gara con il tempo di 29”47, che gli vale comunque un miglioramento rispetto alla prestazione di Giugliano.

856234_701227493235259_974878801_oSubito dopo è il turno dei 100 dorso. In acqua per la Fritz, è la volta di Anna Sica che realizza il tempo di 1’39”37, poi è di scena Paco Clienti che chiude in 1’13”77 nonostante sia visibilmente scosso per il terribile crash accaduto al suo navigatore, che ha costretto tutti a girovagare senza una meta sul raccordo anulare di Roma.
Arrivati a metà mattinata si dà il via alla carrellata dei 50 rana, nel quale ci presentiamo quasi in toto: 9 su 10!
1498140_701227529901922_1167668716_oIl primo a presentarsi ai blocchi di partenza è il Mostrissimo Giuseppe Russo che, colpa un pranzo pesante, consumato in autogrill, a base di una dozzina di biscotti integrali e 1kg di cioccolata fondente 25%, non brilla e realizza il tempo di 46”69.
Successivamente è il turno di Anna Sica che, col tempo di 44”27, chiude la sua giornata di gare. Entrato nelle grazie del Mostrissimo, il nuovo adepto Gabriele Sanguigno inizia a farsi desiderare, come una vera star, infatti in mattinata si fa attendere per ore e ore dalla squadra, pronta a partire per Ostia e al Polo Natatorio passa il tempo ad approcciare con tutte le ragazze presenti, non sentendo lo speaker che lo chiama, diverse volte, per la gara. Nonostante questo debutta in questa specialità col tempo di 43”78 (demolendo ancora una volta il Gran Maestro). Arriva il turno di Simona Giorgi che, col tempo di 42.15 conquista un bronzo ed inizia ad allontanarsi dalle prestazioni di inizio anno che poco la rappresentavano. Guidata dal mentore Paco, Chiara Cermola si destreggia alla grande tra le migliori raniste, realizzando il tempo di 42.75. Ripreso alla perfezione dai problemi alla spalla, che gli hanno creato non pochi problemi nelle ultime gare, Diego Cipolletta si rende protagonista di una gara fantascientifica: un 36”20, che vale il suo record personale, abbassando il precedente di oltre 1 secondo. Nonostante non fosse la sua specialità, Maurizio Mastrorilli dimostra di avere tanto “stile” ma anche tanta “rana”, chiudendo con il tempo di 38”60. Tra palestra, nuoto, corsa, esercizi a secco, non sa più come dividersi, tanto da decidere di non far nulla di tutto ciò: parliamo di Mirko Oliviero che finalmente comincia lentamente a ritornare il Mirko di sempre, chiudendo in 36”80. Con un tirato 50 rana Paco Clienti chiude anch’egli la propria giornata di gare, realizzando il tempo di 34”84.
893923_701224679902207_913246813_oPrima di andar via, sono di scena i 100 stile libero. Inizia subito  bene Chiara Cermola che si mette in evidenza con un grande 1’13”61. Poco dopo Simona Giorgi chiude col tempo di 1’21”85. Ma il vero mattatore della giornata si conferma Diego Cipolletta che col tempo di 1’03”76 strappa applausi anche dai fritziani rimasti a casa! L’Adepto Gabriele Sanguigno realizza il tempo di 1’15”22, lasciandosi per l’ennesima volta alle spalle il Maestro Giuseppe Russo, il quale conclude col tempo di 1’22”04. Pronto ad ultimare ed assaltarsi sui banchetti di cioccolateria, Ernesto Minicone, realizza il tempo di 1’16”12. L’ultimo a scendere in acqua è Mirko Oliviero che col tempo di 1’08”91 chiude la nostra giornata in quel di Ostia.
Veniamo ora ai migliori punteggi della giornata. Tra le donne, la palma di “Best Point” va assegnata a Simona Giorgi che nei 50 rana realizza 803,08pt; salgono sul podio i 789,70pt dei 100 stile di Chiara Cermola ed il 50 rana di Anna Sica che le vale 777,73pt. Tra gli uomini, il miglior punteggio è stato realizzato ancora una volta da Maurizio Mastrorilli che conquista ben 881,57pt nella gara dei 50 farfalla; lo seguono a debita distanza Paco Clienti e Mirko Oliviero che sui 50 rana totalizzano rispettivamente 805,11pt e 788,02pt.Clicca qui per i risultati completi, a cura di Swim4life;
Clicca qui per la galleria foto;
Clicca qui per vedere i nuovi record stabiliti.
Stay Tuned!

Stay Tuned!

Metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!
Master Fritz– All rights reserved
Ciro Porzio

Ciro Porzio

Atleta master per la Fritz Dennerlein. Ricopre diversi ruoli di responsabilità all'interno della squadra.

I commenti sono chiusi