3° Giornata Trofeo Iron Uisp014

Conclusa la 3^ giornata del Trofeo Iron Uisp. Manifestazione caratterizzata da caos e lunghi tempi di attesa!

Nel weekend appena trascorso si è svolta la 3^ giornata del Trofeo Iron Uisp, tappa valevole anche per il circuitoCoppa Italia Master e Trofeo dell’Unità.
Anche per quest’occasione la manifestazione è stata caratterizzata dalla contemporanea presenza di master e agonisti, difatti i nuotatori, quelli veri, sono stati impegnati nel Trofeo Regionale Giovanile “Enrico Caruso”.
Per quest’evento, essendo ospiti dello Stadio del Nuoto di Caserta, miglior impianto con vasca da 50 metri presente in Campania, ci si aspettava una manifestazione scorrevole e piacevole. Ma purtroppo, non è stato così!
Nonostante il fatto che i giudici ed i “poveri” ragazzi dello staff siano stati sottoposti a uno stress non indifferente, con tanto spirito di sacrificio si sono prestati al meglio per il corretto svolgimento del loro lavoro. Ad essere sotto accusa è la formula master + agonisti che si rivela, ancora una volta, un totale fallimento. Spalti super affollati con genitori che chiedono spazi per vedere i propri figli gareggiare; vasca per il riscaldamento letteralmente presa d’assalto da più di 200 atleti che si trovano ad affrontare svolgono più una guerriglia che un allenamento pregara. Eppure la giornata di domenica è stata strutturata in modo tale da prevedere lo svolgimento di solo 5 gare individuali, in aggiunta alla mistaffetta 4×50 misti.

A questo punto, visti gli scarsi e deludenti risultati che la formula master + agonisti sta realizzando, considerando anche i tanti malumori che si stanno manifestando tra i master, i vertici della Uisp farebbero bene a ritornare sui propri passi e riflettere bene per il futuro. Un settore come quello della Uisp, che nasce proprio per fare dello sport una passione per tutti, dovrebbe mettere in condizione di poterlo fare a tutti con serenità, divertimento e spirito di aggregazione. In questo modo si rischia seriamente di perdere di credibilità e vedere la partecipazione di atleti sempre più assente.

Immagine

Veniamo ora a trattare le gare che hanno visto protagonisti gli atleti ceduti in prestito alla Swim4life Master Team.
Nella giornata di sabato 22 è il solo Alberto Cioffi che, al debutto con la Swim4life, scende in acqua per la nostra compagine. Difatti chiude prima un 50 farfalla con il tempo di 31″32, che vale un argento e successivamente si rituffa per un 200 dorso, nel quale conquista la medaglia d’oro col tempo di 2’40″51.

Per assistere alle altre prestazioni, dobbiamo catapultarci alla giornata di domenica, dove la prima a scendere in acqua per  i 200 rana è Mariasofia Paparo che conquista un oro col tempo di 3’40″14. A seguire troviamo il debutto di Salvatore Gargiulo (Nuotatori Campani) che chiude col tempo di 3’48″55. Molto combattuta la gara di Ugo Nicodemo che, col crono di 3’34″08 finisce giù da podio.

Passati ai 100 dorso, la nostra unica presenza è data da Chiara Cermola che ferma il cronometro in 1’27″29 conquistando un oro.

Grande partecipazione nei 200 stile libero dove ritroviamo Mariasofia Paparo che strappa un bronzo col tempo di 3’11″24. Ritorna a stupire Maria Salzano conquistando un argento col crono l’ottimo crono di 3’02″74. Ancora non si capisce perchè abbia rinunciato ai 200 rana per cimentarci in questa sfida, Ciro Porzio riesce a chiudere la gara, da vivo, col tempo di 2’50″22. Stessa sorte per Mirko Oliviero che, sui blocchi di partenza, ha rivolto non pochi ringraziamenti all’amico colpevole di averlo convinto ad accettare questa ardua sfida. Nonostante tutto mette la mano davanti a tutti i suoi avversari conquistando un oro col tempo di 2’42″69. Si conclude con Ugo Nicodemo che si rende protagonista di un Guinnes World Record. Avendo chiuso col tempo di 3’34″66, diventa il primo uomo sulla terra ad aver eguagliato il tempo dei 200 stile libero a quello dei 200 rana.

ImmaginePassati al pomeriggio, è la volta dei 50 stile libero. Chiara Cermola conquista un oro col tempo di 33″72. Bronzo per Maria Salzano col crono di 35″03. Perso nei meandri della corsia alla ricerca della retta via, Gabriele Sanguigno chiude col tempo di 30″61. Infine Mirko Oliviero conquista un bronzo fermando il cronometro in 29″96.

A concludere l’estenuante giornata ci pensano i 100 rana, dove troviamo Gargiulo Salvatore che realizza il crono di 1’43″00 e Ciro Porzio che conquista l’oro con il tempo di 1’24″70.

Dando uno sguardo ai Fritziani accasati altrove, Edoardo Casale prima conquista l’oro nei 100 dorso, con il tempo di 2’29″18 e dopo è argento nei 50 stile libero con il tempo di 52″99. ImmagineAlessandra Casale chiude i 200 stile libero in 3’33″32 e realizza il crono di 44″98 nei 50 stile libero. Cristiano D’Errico chiude i 100 rana in 1’36″43 e conquista un bronzo nei 200 misti col cono di 3’16″07.

Diamo un cenno in merito alle migliori prestazioni. Tra le donne le prime due posizioni sono occupate da Chiara Cermola, rispettivamente, con 796.86pt (50 stile libero) e 771.68pt (100 dorso). In terza posizione troviamo Maria Salzanocon 761.63pt (50 stile libero).

Tra gli uomini, il mattatore è Alberto Cioffi che con 838.51pt (200 dorso) e 824.39pt (50 farfalla) si prende le prime due posizioni. A seguire troviamo Mirko Oliviero con 807.74pt (50 stile libero).

Il team della Swim4life chiude questa tappa gare con un 17° posto in classifica e una media punti per gara pari a 720.
Il medagliere vede in bacheca 11 metalli, il che si traduce in: 65% delle gare disputate ha portato un piazzamento a podio. Nello specifico abbiamo ORI (55%)ARGENTI (18%)BRONZI (27%).

Clicca qui per i risultati completi;
Clicca qui per la galleria fotografica;

Stay Tuned;

Stay Tuned!

Metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!
Master Fritz– All rights reserved
Ciro Porzio

Ciro Porzio

Atleta master per la Fritz Dennerlein. Ricopre diversi ruoli di responsabilità all'interno della squadra.

I commenti sono chiusi