trofeo-fritz-dennerlein-memorial-leone

Trofeo Fritz Dennerlein alle porte, la seconda edizione in ricordo di una leggenda!

Dopo il successo dello scorso anno, ritorna una giornata di nuoto in ricordo del pluricampione Federico. Ospite un’altro eroe di Sidney 2000

La seconda edizione del Trofeo Fritz Dennerlein, così come la prima, organizzata da Riccardo Siniscalco e Ciro Porzio, con la stretta collaborazione di Maurizio MastrorilliAndrea Siniscalco, si terrà quest’anno il 17 Dicembre 2017 presso la Piscina “Felice Scandone” di Napoli. La prima edizione disputata l’anno scorso fu un turbinio di emozione, dove furono coinvolti nell’evento il grande Massimiliano Rosolino, allievo del “Sisco”, che deliziò la platea con foto e autografi, Federica Dennerlein, la figlia di Fritz e la cugina Stefania, figlia dello zio Bubi e alcuni di questi hanno già confermato la loro presenza anche per quest’anno.

davide-rummolo-sidney-2000In questa seconda edizione sarà presente come ospite un’altro eroe dell’Olimpiade di Sidney 2000, colui che fu definito l’outsider Azzurro, stiamo parlando di Davide Rummolo, atleta che ha militato nel CC Napoli e il CS Carabinieri, allenato fino al 1999 proprio da Riccardo Siniscalco, che 17 anni fa conquistava il bronzo nei 200 rana.

La storia di Davide Rummolo è di quelle incredibili, quelle che ti insegnano a non mollare mai e a dare il massimo in ogni allenamento, convocazione olimpica nonostante non avesse ottenuto di 7 centesimi il tempo limite previsto dal Coni  Quella qualificazione che per l’allora 23enne Rummolo rappresentava un sogno divenuto realtà e che gli permetteva di prendere i frutti del buon lavoro fatto in quegli anni. Turno di qualifica dominato con record italiano, poi ripreso da Domenico Fioravanti in semifinale, fino ad arrivare a quella finale storica che consegna Rummolo alla stora.

Anche quest’anno si assegnerà il premio speciale del “Trofeo Fritz Dennerlein” all’atleta maschio o femmina che totalizzerà il miglior punteggio tabellare nella gara dei 200 farfalla. Inoltre, per omaggiare la velocità, sarà assegnato anche il “Trofeo Fritz Sprint” che andrà all’atleta maschio o femmina che totalizzerà il miglior punteggio tabellare nella combinata dei 50 e 100 stile libero.

logo memorial leoneDa quest’anno inoltre il comitato organizzatore ha con piacere accolto il 5° Memorial Bruno Leone, ex giudice arbitro, stimato agente di commercio ed uomo di sport nella sua accezione più autentica e appassionato di nuoto. È riuscito ad essere un esempio di correttezza, rispetto ed abnegazione, nel lavoro e nella vita ed è stato uno dei pionieri dei prodotti personalizzati per il nuoto con il marchio Leone che ancora tutt’oggi è presente nelle case di molti nuotatori. È scomparso nel 2009 dopo una lunga lotta contro quella che viene definita la malattia del secolo, all’età di 67 anni. La passione e l’intraprendenza della Leone figura ancora oggi all’interno della Foursset dove lavora attualmente il figlio Giuliano Leone. In memoria di Bruno, sarà assegnato il Trofeo “Memorial Leone” alla squadra che totalizzerà il maggior numero di punti nelle gare dei 50 e 200 farfalla maschili e femminili.

Il programma gare della giornata si divide in due sessioni:

Domenica 17 dicembre
ore 07.45: Riscaldamento
ore 08.15: 800SL – 200 MI – 50 DO – 100 RA – 50 SL – Staff. 4×50 SL

ore 14.10: Riscaldamento
ore 15:00: 400 SL – 200 FA – 50 RA – 50 FA – 100 SL – MiStaff. 4×50 MI

Grazie alla partnership tecnica di Foursset, verranno messi in palio tanti prodotti tecnici per le migliori prestazioni individuali assolute femminile e maschile. Saranno inoltre premiate le migliori prestazioni maschile e femminile di ogni specialità di gara con un prodotto tecnico e un gadget offerto dal partner Sangrilà Bomboniere. Infine tutti gli atleti partecipanti al 2° Trofeo Fritz Dennerlein riceveranno un gadget personalizzato della manifestazione offerto da Pasta Garofalo.

Le iscrizioni alla manifestazione saranno aperte fino alle ore 24.00 di mercoledì 13 dicembre 2017.
Le iscrizioni potranno essere eseguite tramite il sistema di iscrizioni on-line della FIN e sono aperte a tutti gli atleti regolarmente tesserati. Inoltre potranno partecipare anche gli atleti della speciale categoria Propaganda Under20 che potranno gareggiare nell’ambito della manifestazione Master valida per il Circuito Supermaster FIN, inviando una richiesta di iscrizione alla mail gruppo@masterfritz.it.

Ricordiamo che i punteggi conseguiti dalle staffette porteranno valore doppio ai fini del calcolo della classifica di Società che verrà elaborata secondo il metodo di calcolo “Compagnoni” e quindi considerando i migliori 50 punteggi di ogni squadra, in modo da rendere la competizione a squadre più appetibile ed avvincente.

Informazioni
Per qualsiasi informazione è possibile contattare Ciro Porzio al numero 327.2491756 o inviare una mail all’indirizzo gruppo@masterfritz.it.

Federico “Fritz” Dennerlein nacque a Portici il 14 marzo 1936 da padre tedesco e da madre romena. Atleta dotato di un fisico imponente, dal carattere taciturno, a volte malinconico, aveva straordinarie doti acquatiche che lo fecero diventare il più forte giocatore italiano di pallanuoto degli anni 60’ e che gli consentirono di essere il migliore interprete europeo nel delfino. Nella carriera sportiva la sua grandezza di nuotatore e di tecnico è consolidata nella storia del nuoto e della pallanuoto.

All’inizio della sua carriera Fritz si distinse nella pallanuoto, poi nel 1954 conquistò un posto nella staffetta italiana 4×200 m stile libero finalista agli Europei di Torino 1954 e alle Olimpiadi di Melbourne nel 1956.

federico-fritz-dennerleinDopo il ritiro del fratello Costantino (Bubi), bastò poco per capire che Fritz avrebbe preso immediatamente l’eredità lasciata dal fratello, quella di primeggiare nella gara dei 200 farfalla. Il gigante napoletano non ci mise molto a diventare il numero uno in Europa e che lo portò nella primavera del 1960 a stabilire il Record Europeo con 2’18″0. Il fato ha voluto che nella sua carriera Fritz non riuscisse mai a trovare il giusto appuntamento che lo consegnasse nell’olimpo degli Dei: drammatici furono i Giochi Olimpici di Roma del 1960 quando rinunciò al settebello della pallanuoto (che vinse l’oro nello stadio del nuoto) per far spazio alla sua gara dei 200 farfalla. In una gara che vide primeggiare lo statunitense Michael Troy, Fritz Dennerlein finì quarto alle spalle dell’altro statunitense David Gillanders che lo precedette di soli sette decimi. Nonostante la conquista del nuovo record continentale con 2’14″6, Fritz non nascose la delusione per l’occasione mancata.

federico-fritz-dennerlein-3Una vita al fianco del Circolo Canottieri Napoli e della Nazionale, con cui ottenne 37 titoli italiani nel nuoto nei 100 e 200 delfino 100, 200 e 400 stile libero, 4×100 e 4×200 stile libero, 4×100 mista. Ha conseguito 21 primati italiani e 5 europei. Ha partecipato a tre olimpiadi: Melbourne 1956, Roma 1960, Tokyo 1964. Nel medagliere spiccano i 3 ori di Beirut nel 1959, 200 farfalla, 4×200 stile e 4×100 mista, e quello di Napoli nel 1963, nei 200 delfino. Ha vinto due scudetti come pallanuotista nel 1958 e nel 1963. Quando lasciò l’attività agonistica, divenne allenatore della Canottieri Napoli, rivoluzionando il gioco con la “zona” e portando la squadra a vincere 4 scudetti, il primo nel 1973, gli altri nel 1975, 1977 e 1979. Nel 1984 divenne allenatore del settebello azzurro, che guidò al secondo posto nella storica finale dei Campionati del Mondo di Madrid nel 1986, persa dopo otto tempi supplementari.

Avrebbe certamente scritto ancora molte pagine importanti per il nuoto e la pallanuoto italiana, ma il 3 Ottobre 1992 Fritz morì in un incidente motociclistico.

Stay Tuned!

Metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!
Master Fritz– All rights reserved
Ciro Porzio

Ciro Porzio

Atleta master per la Fritz Dennerlein. Ricopre diversi ruoli di responsabilità all'interno della squadra.

I commenti sono chiusi